BACK
PAST Exhibitions
Fabio Viale, Glaser/Kunz, Richi Ferrero, Giuliana Cunéaz, Piero Fogliati e Davide Coltro

Illusion
From 05.11.2015 to 16.04.2016

Piero Fogliati, Fotostruttura. Modello di monumento alla luce.
Fotostruttura. Lightform
light sculpture
installation view
projector and oscillating screen
Piero Fogliati, Edicola delle apparizioni
Piero Fogliati, Edicola delle apparizioni
Dimensioni ambientali
(1985)
Fabio Viale – Obelisco
Obelisco
OBELISCO
2015
marmo bianco arabescato, acciaio, LED
altezza 6,10 m
Glaser/Kunz – ICH IST EIN ANDERER
ICH IST EIN ANDERER
2014
Cinematographic Sculpture, video and five figures, 25 min loop, quintuple channel, Swiss German and German, 158x158x47 in / 400x400x120 cm
Aluminium, clothes, projectors, players, speakers
Installation view, Bahnhof Winterthur
Cunéaz, Nanomondo
Cunéaz, Nanomondo
stampa digitale e acrilico su cotone
digital print and acrylic on cotton
45×23 cm
Piero Fogliati – Prisma Meccanico
Prisma Meccanico. Mechanical prism
1992
chromatic split
projector, rotating disk screen
17 x 17 x 33 h cm
Glazer/Kunz – Schwarz/Weiss
Schwarz/Weiss
2007
Kinematic Image, 4 screens, 36 min. loop
size variable
Installation view
Davide Coltro – Studio di figura
Studio di figura
2010
Ps-System 46′
160 x 110 x 10 cm
unica
Piero Fogliati, Rivelatore cromocinetico
Rivelatore cromocinetico
Dimensioni varie, (1991/1967)  
Cunéaz, Rompere le acque
Cunéaz, Rompere le acque
animazione 3D (frame)
3D animation (frame)
Installazione video
Videoinstallation
Piero Fogliati, Prisma Meccanico
Prisma Meccanico
Dimensioni varie,  (1992/1967)
Richi Ferrero – Jellyfish spider
Jellyfish spider
2008
tecnica mista / mixed media
120 x 130 cm  

GAGLIARDI E DOMKE contemporary art gallery presents:

“Illusion”, with works by Fabio Viale, Giuliana Cunéaz, Richi Ferrero, Piero Fogliati, Glaser/Kunz and Davide Coltro

critical text by Lorenzo Madaro

In conjunction with the Artissima weekend, the gallery will have the following opening times:

Thursday and Friday November 5 and 6: 8.30 -12.30 a.m. / 3.30 – 10 p.m.; Saturday November 7: 8.30 – 12 p.m.; Sunday November 8: 8.30 -12.30 / 3.30 – 10 p.m.

Info: +39 011 19.70.00.31 – info@gagliardiedomke.com

Opening: Thursday 5 November 2015 6 p.m.

After the solo show of works by Spanish artist Rómulo Celdrán, Gagliardi e Domke contemporary art gallery continues its exhibiting program with a double project: the solo exhibition Reflection by Stefania Fersini and the group exhibition Illusion, with installations by Davide Coltro, Giuliana Cunéaz, Richi Ferrero, Piero Fogliati, Glaser/Kunz and Fabio Viale.

With these events, the gallery launches an exhibiting format that combines the a solo exhibition with a parallel concept show that is strictly related to the exhibiting concept of the solo display, which will contain previously unseen works. The gallery will also periodically organize focus events about individual artists included in the group shows, accompanied by special critical texts penned by art critic Lorenzo Madaro.

—————————————

““Illusion”, con opere di Davide Coltro, Giuliana Cunéaz, Richi Ferrero, Piero Fogliati, Glaser/Kunz e Fabio Viale

testo critico di Lorenzo Madaro

In occasione del weekend di Artissima la galleria sarà aperta
nei seguenti orari:

giovedì e venerdì 5 e 6 novembre: 8.30 -12.30 / 15.30 – 22; sabato 7 novembre: 8.30 – 24;
domenica 8 novembre: 8.30 -12.30 / 15.30 – 22.

Info: +39 011 19.70.00.31 – info@gagliardiedomke.com

Opening: giovedì 5 novembre 2015 ore 18.00

La galleria d’arte contemporanea Gagliardi e Domke dopo la mostra dell’artista spagnolo Rómulo Celdrán, prosegue la sua attività con un doppio progetto espositivo: la personale Reflection di Stefania Fersini e la mostra collettiva Illusion, con installazioni di Davide Coltro, Giuliana Cunéaz, Richi Ferrero, Piero Fogliati, Glaser/Kunz e Fabio Viale.

Si avvia così un format espositivo, che vede l’organizzazione di una mostra personale e contestualmente di una collettiva tematica, strettamente connessa al concept espositivo della personale, che vedrà la partecipazione di artisti legati alla galleria, con opere anche inedite. Periodicamente saranno organizzati dei focus dedicati ai singoli artisti presenti nella collettiva, con testi critici monografici a firma del critico d’arte Lorenzo Madaro.

“Illusion”

Lorenzo Madaro

“Illusion can be a practice aimed at knowing what is around us and, while it sometimes distorts commonly shared knowledge and perception, it may, for this very reason, be all the more effective and radical. Illusion often becomes a way to express dreams, desperate desires, or extreme imagination. The literature on this wide-ranging topic is extremely complex, and has produced reflections but also truly new approaches to existence: while for Gustave Flaubert «Illusion is the first quality of art», Albert Einstein maintained that «Reality is a simple, although very persistent, illusion».

What is at stake, then, is art and life, a combined approach that has the taste of life and of the creation of possible worlds, possible traces that only art can conjure up. In the selection made by Gagliardi e Domke gallery for Illusion, six artists inhabit the space of the gallery, interacting with its post-industrial architecture and attempting a different approach to installation, one that also takes into account the compatibility and discord between various genres, although we can identify a preference for multimedia.

Ever since its earliest overt manifestations, art has always looked for shreds of reality, sometimes chasing after, and capturing, reality – first with the mimesis of graffiti and later with that of painting. Just think of the topos of the grapes depicted by the greatest painter of antiquity, Zeusi, widely mentioned in the historiographical sources for his exceptional technique, so that he managed to paint grapes that were so realistic as to attract a small flock of hungry birds. The illusion of reality, therefore, is one of the recurring themes that have marked the process of knowing and understanding human perception”.

————————–

“Illusion”

Lorenzo Madaro

“L’illusione anche è una pratica di conoscenza verso ciò che è attorno a noi, talvolta una distorsione rispetto a un sapere e a una percezione condivisa dai più e forse proprio per questo più intensa e decisiva. Spesso è veicolo di sogni e di disperate volontà, altre volte di immaginazione estrema, che consente all’uomo e poi all’artista di estrapolare frammenti su cui lavorare e in cui applicare progettualità partecipate. Assai complessa è la letteratura su questo tema a maglie larghe, che ha prodotto riflessioni e vere e proprie modalità di approccio all’esistenza: se per Gustave Flaubert «La prima qualità dell’arte è l’illusione», Albert Einstein ha sostenuto che «La realtà è una semplice illusione, sebbene molto persistente». Sono in ballo, dunque, l’arte e la vita, in un approccio intrecciato che rievoca il sapore dell’esistenza e della costruzione di mondi possibili, di tracce ipotetiche che solo l’arte ci può rievocare.

Nella selezione concepita dalla galleria Gagliardi e Domke per Illusion, sei artisti vivono lo spazio della galleria, si confrontano con l’architettura post-industriale e tentano un approccio installativo che tiene anche conto degli accordi e delle dissonanze tra vari generi, anche se si rintraccia una predilezione per quelli della multimedialità. L’arte, sin dalle sue prime espressioni manifeste, ha sempre intercettato brandelli di realtà, talvolta l’ha inseguita e intrappolata con il mimetismo dei graffiti prima e della pittura poi.

Basti pensare al tòpos dell’uva dipinta dal più grande pittore greco dell’antichità, Zeusi, ampiamente citato dalle fonti storiografica per le sue eccellenti qualità tecniche, tanto che dipinse acini d’uva talmente realistici da attirare le attenzioni di un drappello di uccelli affamati. L’illusione della realtà è pertanto uno degli aspetti che segnano il percorso di conoscenza della percezione dell’uomo”.